FantascientifiCast

Probabilmente il miglior podcast di fantascienza e cronache dalla galassia del Quadrante Alfa: ogni settimana lungo la rotta di Kessel.

Il gioco dei Vor - Resurrection Chronicles - FSC175

January 29th, 2018

FSC175.jpg

Questa puntata è dedicata a Ursula Le Guin.

Oggi il CylonProf Massimo De Santo ci parla de Il gioco dei Vor (The Vor Game) della scrittrice statunitense Lois McMaster Bujold e vincitore del premio Hugo.

Pubblicato nel 1990, fa parte del Ciclo dei Vor con protagonista Miles Vorkosigan. La prima parte del romanzo era apparsa su rivista come Miles Vorkosigan - L’uomo del tempo (Weatherman, su Analog, febbraio 1990). Buon ascolto!

Con la partecipazione straordinaria di Elisa Elena Carollo (Drama Queen) - Per l’immagine di copertina: © Gemmiona - La sigla è Also Sprach Zarathustra, Deodato - BGM loop: Sunspot, Moby; Europa Endless, Kraftwerk -  Il brano della puntata è Born To Run, Bruce Springsteen - Nessun byte e nessun tribolo sono stati maltrattati durante la produzione di questo podcast.

00:0000:00

La Via della Gloria - Resurrection Chronicles - FSC167

December 15th, 2017

FSC167.jpg

Oggi il CylonProf Massimo De Santo ci parla di La Via della Gloria (Glory Road) dello scrittore statunitense Robert A. Heinlein. Fu pubblicato per la prima volta a puntate in The Magazine of Fantasy and Science Fiction dal luglio al settembre del 1963 e quello stesso anno in volume rilegato, dalla Putnam's Sons.

Come altre opere, ad esempio quelle di Roger Zelazny, è difficile classificare questo romanzo sia come fantascienza che come fantasy, in qualche misura è in linea con l'osservazione di Arthur Clarke che «...ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia». È stato tra i finalisti per il Premio Hugo per il miglior romanzo del 1964. Buon ascolto!

Con la partecipazione straordinaria di Elisa Elena Carollo (Drama Queen) - La sigla è Also Sprach Zarathustra, Deodato - BGM loop: Time Is Running Out, The String Quartet e Sunspot, Moby - I brani della puntata: Stormbringer High Ball Shooter, Deep Purple - Nessun byte e nessun tribolo sono stati maltrattati durante la produzione di questo podcast.

00:0000:00

La Trilogia della Fondazione - Resurrection Chronicles - FSC163

November 3rd, 2017

FSC163.jpg

Circolavano notizie contrastanti su di lui: che fosse in vacanza perenne su Risa o che si fosse riunito agli Ultimi Cinque… certa gente giurava che fosse svanito in un tunnel spazio-temporale ed assunto in un’altra dimensione… ora qui a FantascientifiCast possiamo smentire tutte queste voci e dicerie perché possiamo confermarvi l’unica, vera ed assoluta verità: il CylonProf Massimo De Santo è qui con noi!

E per festeggiare il rientro a bordo Massimo, oltre a dare un nuovo taglio editoriale alla sua rubrica, ha deciso di parlarci di uno dei capisaldi della fantascienza in assoluto: la Trilogia della Fondazione di Isaac Asimov. La Trilogia è composta dai tre romanzi originali Fondazione, Fondazione e Impero, Seconda Fondazione, per i quali Asimov vinse il Premio Hugo come miglior ciclo fantascientifico nel 1966. Buon ascolto!

Con la partecipazione straordinaria di Elisa Elena Carollo (Drama Queen) - Per l’immagine di copertina: © Micheal Whelan - La sigla è Also Sprach Zarathustra, Deodato - BGM loop: Memory Gospel, Moby - Il brano della puntata è Eye In The Sky, The Alan Parson Project.

00:0000:00

Religione e Fantascienza, parte 2 - Resurrection Chronicles - FSC129

January 20th, 2017

FSC120.jpg

Il CylonProf Massimo de Santo conclude la sua carrellata di opere che parlano di religione nella fantascienza, iniziata nella puntata 120 di FantascientifiCast. Buon ascolto!

Opere citate nella puntata: Trilogia dello spazio di Clive Staples Lewis (Lontano dal pianeta silenzioso, 1938; Perelandra 1943; Quell’orribile forza 1954) - Trilogia di Valis di Philip K. Dick  (Valis, 1981; Divina invasione, 1981; La trasmigrazione di Timothy Archer, 1982) - Le sirene di Titano di Kurt Vonnegut Jr. (1959) - God Body di Theodore Sturgeon (1986) - La scelta degli dei di Clifford D. Simak (1972) - Il libro di Ptah di Alfred E. van Vogt (1951) - La stella di Arthur C. Clark (1955), pubblicato in italiano anche come Un gesuita nella stella - Trilogia del Vuoto di Peter F. Hamilton (Il sogno del vuoto, 2007; Il tempo del vuoto, 2008; L’evoluzione del vuoto, 2010) - Il viaggiatore di Richard Matheson (1962), pubblicato in italiano anche come Viaggio nel tempo fino al Golgota.

Voce "Religione" della Science Fiction Encyclopedia.

Nota. Il nostro caro ascoltatore Vincenzo Corcione ci fa una graditissima precisazione riguardo il nome "Horselover Fat". "Horselover", in italiano "amante dei cavalli", è la traduzione letterale del significato greco di "Philip"; "Dick" in tedesco significa "grasso", quindi, in inglese, "fat" (Vincenzo ha ricavato questa spiegazione dal bellissimo libro di Francesca Rispoli Universi che cadono a pezzi: la fantascienza di Philip K. Dick). Grazie Vincenzo!

00:0000:00